Contratto Sanità: Sono solo nursind e nursing up a tutelare gli infermieri?

Contratto Sanità: Sono solo nursind e nursing up a tutelare gli infermieri?

Share

Susanna Cellari coordinatore regionale UIL FPL LombardiaIl superamento della legge Brunetta e il nuovo sistema di incarichi di coordinamento e posizioni organizzative. Alessandro Adduci coordinatore infermieristico del Pio Albergo Trivulzio di Milano interpella la dottoressa Susanna Cellari coordinatore regionale UIL FPL Lombardia dell’area della professione infermieristica e segretario generale della UIL FPL della provincia di Monza e Brianza.

 

Questa è stata sicuramente una tornata contrattuale difficile e complicata, dopo quasi 10 anni di blocco del contratto e miriadi di modifiche normative ed organizzative subentrate nel sistema complesso della sanità, era quantomeno improbabile riuscire a sanare tutto in un’unica battuta, soprattutto per ciò che concerne la parte economica, le cui risorse erano ben chiare e stanziate da mesi e sulle quali è sicuramente troppo semplice e strumentale far leva in questi periodi di campagna elettorale per il rinnovo delle RSU.

 

Come qualcuno saprà, oltre che rivestire un ruolo sindacale nella segreteria della mia provincia, sono Infermiera e da sempre sostengo la valorizzazione della nostra professione, sono anche coordinatore regionale della Lombardia per la UIL FPL delle professioni infermieristiche e di certo non sarei in questa sigla sindacale se pensassi che a tutelare gli infermieri fossero solo altre sigle di categoria, ne sono la prova i tantissimi colleghi Infermieri iscritti alla nostra sigla sindacale che credono nel nostro operato e trovano sempre un sostegno e una risposta concreta alle criticità che si verificano nei posti di lavoro.

Si sarebbe potuto ottenere di più? Può darsi, forse si, forse no, di certo con i se e con i ma non si va troppo lontano e adesso la priorità non è di certo perdere tempo in sterili ed inutili populismi, ma bensì è già ora di risedersi al tavolo per impostare la tornata contrattuale 2019/2021, nella quale inizierà il vero confronto sul sistema classificatorio, la valorizzazione delle professioni e degli incarichi, il sistema delle indennità, la definizione di nuovi profili e l’istituzione delle nuove aree (professioni sanitarie, professioni socio-sanitarie, amministrazione dei fattori produttivi e tecnico-ambientale).

In questo primo rinnovo contrattuale, per ciò che riguarda le relazioni sindacali, sono stati superati moltissimi dei vincoli che aveva apportato la così detta legge Brunetta, ridando potere alle sigle sindacali e alle RSU, anche per quanto riguarda l’impatto dell’organizzazione del lavoro sui lavoratori, per la quale il sindacato ricomincia ad avere voce in capitolo sulle decisioni della parte datoriale, con un istituto di informazione sempre preventiva, un ampliamento delle materie dedicate al confronto e un maggiore potere di controllo su gli eventuali atti unilaterali fatti dalla parte datoriale. Inoltre, sempre parlando della così detta legge Brunetta, è stata eliminata la precedente direttiva sui criteri delle performance che restringevano il riconoscimento solo ad una quota parte del personale.

In previsione del rinnovo delle Rappresentanze Sindacali Unitarie è quindi fondamentale che i colleghi Infermieri si mettano in gioco e diventino parte attiva, candidandosi nelle nostre liste elettorali per dare un contributo concreto che non sia limitato ai soli social network o al demandare ad altri questo importante ruolo, perché solo facendo parte del sistema e avendo

conoscenza approfondita di come avviene il confronto sui tavoli delle trattative e di quali siano i vincoli normativi da affrontare, si può veramente capire le dinamiche che caratterizzano la sottoscrizione dei contratti collettivi, sia a livello nazionale che a livello aziendale. Se questo non avviene la nostra categoria continuerà a rimanere alla mercè di coloro che vendono solo fumo e che descrivono la realtà dei fatti ad esclusivo uso e consumo loro, per poter guadagnare maggior consenso, soprattutto nei periodi di campagna elettorale.

Per quanto riguarda il sistema degli incarichi, materia che sicuramente riguarda a stretto giro la professione infermieristica, in questi giorni se ne stanno sentendo tante, ovviamente dalle sigle non firmatarie della pre intesa e capisco la confusione che sta regnando tra i Coordinatori e i titolari di posizione organizzativa, oltre che tra i colleghi Infermieri per ciò che riguarda gli incarichi professionali di specialista ed esperto.

Cosa cambia su questi temi con la sottoscrizione della pre intesa rispetto a prima? Vediamolo insieme così da poter chiarire meglio le idee.

Ad oggi gli incarichi vigenti nel nostro sistema sanitario che riguardano anche la professione infermieristica sono fondamentalmente due, l’incarico di coordinamento e l’incarico di posizione organizzativa, che prevedono rispettivamente un’indennità di coordinamento di parte fissa, con possibilità di aggiunta di una parte variabile in base alla complessità del coordinamento rivestito e un’indennità di funzione di posizione organizzativa graduata anch’essa in base al grado di complessità e responsabilità.

Con la sottoscrizione della pre intesa il sistema degli incarichi cambia e vengono istituiti due tipologie di incarichi di funzione:

- gli incarichi di organizzazione

- gli incarichi professionali

Entrambi concernono lo svolgimento di funzioni con assunzione diretta di elevate responsabilità maggiormente complesse rispetto alle attribuzioni proprie della categoria e del profilo di appartenenza.

 

Gli incarichi di organizzazione:

In buona sostanza prima coordinamento e posizioni organizzative erano due incarichi ben distinti, ora invece sono riuniti sotto il profilo di incarico di organizzazione, riconoscendo quindi anche il ruolo di coordinamento come incarico fondamentale e nevralgico nella gestione dei processi assistenziali, organizzativi e formativi, al pari delle ex posizioni organizzative.

Per avere accesso all’incarico di organizzazione di coordinamento è necessario possedere i requisiti previsti dall’art. 6, commi 4 e 5 della legge 43/2006, quindi master di primo livello in coordinamento o titolo equipollente e un esperienza triennale nel profilo di appartenenza.

Per avere accesso ad altro incarico di organizzazione (vedi ex PO) è necessario il possesso di almeno cinque anni di esperienza nella categoria D e il possesso della laurea magistrale è considerato come elemento da tenere in considerazione per l’affidamento di incarichi a maggiore complessità.

Scompaiono quindi quelle definite come posizioni organizzative, che vengono “inglobate” nella dicitura generale di incarico di organizzazione, mentre è confermato l’incarico di organizzazione di Coordinamento.

Gli incarichi hanno una durata di 3 o 5 anni, rinnovabile senza selezione fino ad un massimo di 10 anni, e sono:

- conferiti e revocati secondo criteri valutati nel confronto aziendale

- retribuiti con una indennità che va da un minimo di euro 1.678,48 a un massimo di euro 12.000 annui, a seconda della complessità degli incarichi valutata in sede di confronto aziendale

- valutati secondo il sistema di valutazione della “performance” (confronto aziendale)

Pertanto anche per l’incarico di coordinamento, la graduazione dell’indennità di funzione seguirà le stesse regole degli incarichi delle ex PO, non rimanendo incarcerata nelle mere precedenti indennità fisse e variabili, ma venendo remunerate in base alla graduazione definita in sede di confronto aziendale in base alla complessità del ruolo rivestito.

Resta confermata in via permanente la precedente indennità di coordinamento in quota fissa pari ad euro 1549,37 per gli incaricati con reali funzioni di coordinamento al 31 agosto 2001 (indennità di coordinamento ad esaurimento).

 

Gli incarichi professionali:

Questi incarichi attuano il dettato normativo dell’art. 6 della legge 43/2006 e si suddividono in:

- professionista specialista

- professionista esperto

Il requisito per l’accesso all’incarico di professionista specialista è il possesso del master specialistico di primo livello di cui all’art. 6 della legge 43/2006 e il requisito per l’accesso all’incarico di professionista esperto è costituito dall’acquisizione di competenze avanzate tramite percorsi formativi complementari regionali ed attraverso l’esercizio di attività professionali riconosciute dalle stesse regioni.

Per quanto riguarda questi incarichi, con la sottoscrizione della pre intesa, si da finalmente un imput forte per recuperare le indecisioni e le inadempienze per la definizione delle competenze avanzate, ferme presso il Ministero della Salute dal 2013, così da poter procedere a superare questa situazione di stallo e poter attuare i percorsi di formazione complementare post laurea e i master clinici necessari all’attuazione degli incarichi professionali.

Questa pre intesa, che ovviamente contiene tante altre innovazioni oltre al tema degli incarichi, è quindi da considerarsi non come un punto di arrivo, ma bensì come un punto di partenza dopo quasi 10 anni di blocco contrattuale, per poter proseguire il percorso di valorizzazione professionale e di revisione del sistema economico e normativo, così da riallineare un sistema contrattuale fermo da anni con le necessità e modifiche intervenute nel nostro sistema sanitario nazionale e regionale.

 

Alessandro Adduci

AUDIONOTIZIE da Cosenza e provincia

L'APPROFONDIMENTO CALABRIA

RADIO GIORNALE COSENZA E PROVINCIA

DA COSENZA E PROVINCIA

Immagine
Sindacato Italiano Balneari. Domani 26 agosto giornata di mobilitazione nazionale sulla Bolkestein
Sabato 25 Agosto 2018
Cosenza - Il SIB (Sindacato Italiano Balneari) ha indetto per domani 26 agosto 2018 una giornata di mobilitazione nazionale degli stabilimenti... Leggi tutto...
Immagine
Tragedia del Raganello; la posizione delle guide turistiche calabresi
Sabato 25 Agosto 2018
Nell’esprimere il più sincero cordoglio alle vittime della tragedia del Raganello e ai loro familiari, l’AGTC – Associazione Guide turistiche... Leggi tutto...
Immagine
Rinviato al 9 settembre, causa maltempo, il Crossover Village 2018
Venerdì 24 Agosto 2018
Lorica - L’evento è stato riprogrammato al 9 settembre nella fiabesca cornice di Lorica (CS). Nuova data per il Crossover Village, l’evento... Leggi tutto...
Immagine
Orsomarso è il primo Comune in Calabria che promuove la Festa dei Figli
Lunedì 04 Giugno 2018
Orsomarso - Il sindaco Antonio De Caprio e la Giunta comunale di Orsomarso, accogliendo all’unanimità la proposta di adesione avanzata dal... Leggi tutto...
Immagine
Rende, Cnr: un progetto scientifico europeo per la risorsa acqua
Venerdì 18 Maggio 2018
Rende - E’ partito un nuovo progetto europeo che vede tra i protagonisti l’Istituto per i Sistemi agricoli e Forestali del Mediterraneo (ISAFOM)... Leggi tutto...
Immagine
Cosenza. Al “Serra-Quasimodo” avviato l’inclusione sociale per ridurre la dispersione scolasti...
Martedì 15 Maggio 2018
Cosenza - L’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometra “Serra-Quasimodo” e il Liceo Artistico di Cosenza, diretti dalla dirigente scolastica... Leggi tutto...
Immagine
Cosenza. «Biologo nutrizionista in piazza» 19 e 20 maggio in Piazza Bilotti
Martedì 15 Maggio 2018
Cosenza – Il 19 e 20 maggio la città di Cosenza ospiterà presso Piazza Bilotti dalla ore 10:00 alle ore 19:00 la quinta edizione della Giornata... Leggi tutto...
Immagine
“Il Borgo dei Borghi”: Altomonte si classifica all’11° posto
Lunedì 09 Aprile 2018
Altomonte – Anche quest’anno il “Kilimangiaro” come consuetudine ha attraversato per tutta la stagione in lungo e largo la nostra penisola in... Leggi tutto...
Immagine
Scala Coeli. Il sindaco: “Ingiusto danno all’immagine, azioni legali a tutela del paese”
Lunedì 09 Aprile 2018
Scala Coeli - «Pronto a costituirmi in giudizio a tutela e a difesa dell’immagine della comunità». Il Sindaco Giovanni Matalone (foto) denuncia... Leggi tutto...
Immagine
Calabresi di Roma. Il Vescovo dell’Eparchia di Lungro al presepe dei Papi
Martedì 12 Dicembre 2017
Roma - Come ogni anno Roma Capitale si prepara a rendere omaggio ai tanti calabresi di Roma, e quest’anno in maniera molto più particolare, per... Leggi tutto...
Immagine
Klaus Algieri rieletto per acclamazione presidente di Confcommercio Cosenza
Martedì 12 Dicembre 2017
Cosenza - Klaus Algieri rieletto per acclamazione presidente di Confcommercio Cosenza. Secondo mandato consecutivo alla guida della Confederazione... Leggi tutto...
Immagine
Artigianato in Fiera: lo stand della Calabria batte il record di presenze del 2016
Martedì 12 Dicembre 2017
Si è chiusa con un grande successo di pubblico la 22esima edizione di Artigiano in Fiera, manifestazione che si è confermata ancora una volta il... Leggi tutto...
Immagine
Cosenza. Arrestato per detenzione e spaccio di hashish e cocaina
Sabato 02 Dicembre 2017
Cosenza - I Carabinieri della Compagnia di Cosenza proseguono nel lavoro di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nel capoluogo bruzio.... Leggi tutto...
Immagine
San Marco A. Frantoio scaricava sul terreno le acque reflue di lavorazione. Sequestrato
Sabato 02 Dicembre 2017
San Marco A. - Continua incessantemente l’attivita preventiva e repressiva svolta dai carabinieri della Compagnia di San Marco Argentano... Leggi tutto...
Immagine
Cosenza. La gestione del territorio dopo gli incendi boschivi
Venerdì 01 Dicembre 2017
Cosenza - Il Comando Carabinieri Tutela Forestale ha organizzato per il 5 dicembre 2017 con inizio alle ore 9.30 presso l’Aula Magna dell’Unical... Leggi tutto...
Immagine
Sentenza l’Ora della Calabria. Slc Cgil: «Giustizia per tutti?»
Venerdì 01 Dicembre 2017
Cosenza - «Una delle pagine più brutte della storia dell’editoria calabrese». Così viene definita dalla segreteria della Slc Cgil Calabria la... Leggi tutto...
Banner
Banner
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOGGI1655
mod_vvisit_counterIERI3847
mod_vvisit_counterQUESTA SETTIMANA11776
mod_vvisit_counterSETTIMANA SCORSA28567
mod_vvisit_counterQUESTO MESE59098
mod_vvisit_counterMESE SCORSO77580
mod_vvisit_counterDal 9\01\20171830359

We have: 6 guests online
Il tuo IP: 54.162.118.107
 , 
Oggi: 19 Ott, 2018